giovedì 21 settembre 2017

[Letture] Le due Metà della Luna

Giovedì c'era una luna strepitosa.
Noi fermi in auto e lei lì, ad ergersi sulle punte estreme di pini e alberelli irriconoscibili al buio di lampioni inesistenti.
Non era il sorriso sarcastico dello Stregatto ma una fetta di limone: il flavedo spesso e consistente di un giallo quasi aranciato e l'endocarpo spugnoso in trasparenza.
Ormai ho imparato a non collezionare fotografie buie di luci in lontananza simil-lampadine; ma sarebbe stato bello poterla immortalare così.

In che modo, la luna, influenza il nostro essere e che cosa succederebbe se d'un tratto svanisse e fosse sostituita da un falso molto realistico?!
Non avrei mai creduto di trovare risposte e verità in un fumetto per bambini ma Tunuè, con la collana Tipitondi, ci sa fare alla grande.
Le Due Metà della Luna incuriosisce sin dal titolo e schiera illustrazioni e profumi (sì, profumi) che non possono lasciare indifferenti.
Ormai odierete il mio olfatto in primo piano ma non ho potuto fare a meno di sprofondare il naso nell'odore di carta stampata.
Aggiungetelo alla fantomatica lista dei "Libri da sniffare".


Protagonista del fumetto è una topolina, Alba, che si trasferisce nella metropoli di Croma al fine di inseguire il sogno di diventare una brava sarta e stilista.
L'accoglienza della città non si rivela affatto calorosa e, anzi, è costretta a fare i conti con una realtà cupa e priva d'arte come se i colori fossero stati sequestrati lasciando posto unicamente a tristezza e malinconia.
L'unica spiegazione data è un'antica leggenda legata alla sparizione della luna, sostituita con un fantoccio artigianale per non destare alcun sospetto e continuare a brillare nel cielo, nonostante la carenza delle cicliche fasi.
Gli abitanti, ormai mossi da sentimenti contrastanti, trascorrono moltissimo tempo a piangere e, inconsapevolmente, ad alimentare il mercato della più grande fabbrica della città: la Cro-mar, fornitrice di fazzoletti e sponsor ufficiale.
Attorno alla leggenda e all'ombra incombente della grande struttura prenderanno piede una serie di avvenimenti atti a scoprire la verità e ripristinare, possibilmente, la speranza.



L'interazione tra personaggi apparentemente slegati rende la trama più articolata e corposa di quanto immaginabile.
L'inseguimento di un sogno, difatti, è solo l'avvio di ciò che vedrà Alba come vera e propria eroina di un'avventura carica di retroscena.
Forse 124 pagine non sono abbastanza per sviluppare un'idea così vasta e ricca di potenziale; tanto che, in almeno due occasioni, ho avuto la sensazione di non ritrovare all'interno del testo riferimenti dei protagonisti ad eventi passati.
Non lo riterrei, nonostante tutto, un vero e proprio difetto sia per il target di riferimento sia per il piacere di dedurre e, eventualmente, personalizzare ciò che non è stato completamente svelato.


Illustrazioni e impaginazione mi hanno ricordato moltissimo lo stile di Noelle Stevenson in Nimona anche per l'antropomorfizzazione dei personaggi.

Nonostante le tonalità (alternanza di blu-grigi-marroni) siano perfetta rappresentazione dello stato di angoscia incombente, gli scorci della città dall'alto riescono a infondere un senso di calma assoluto. 
A proposito di quest'ultimo, mi è sembrato di rivivere l'ambientazione di Avril et le monde truquè (film d'animazione del 2015 scritto da Jacques Tardi -Consigliatissimo). 



Il forte legame all'arte e il dramma si mescolano bene all'azione con un'alternanza di stati d'animo degna da montagne russe.
Quel che resta, in conclusione, è la voglia di incontrare gli stessi personaggi in contesti e situazioni diverse -ottimo punto di partenza, a mio vedere, per nuove trame.
Marco Rocchi e Francesca Carità sono stati una grandiosa scoperta e conto di non farmi sfuggire nulla d'ora in poi.

4 commenti:

  1. Molto interessante e descritto con la tua nota maestria.
    Grazie Valentina.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Gus, sempre gentilissimo e interessato a qualunque slancio del mio essere.
      Buona serata!

      Elimina
  2. Leggi sempre cose molto belle...
    Grazie per la segnalazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aw, grazie a te!
      In caso di lettura spero tanto possa piacerti

      Elimina